close
Birra senza glutine

Birra senza glutine: la ricetta di una buona pils fatta in casa

Estate, sole, una birra fresca. Aria di vacanze. Ma per un celiaco può non essere così semplice. Anche la birra, infatti, contiene glutine perché è prodotta con malto d’orzo o di frumento. Quindi è off limits. Ma per chi non vuole rinunciare a una bella bionda davanti alla tv ecco un ricetta piuttosto semplice per preparare in casa un birra gluten free. In commercio sono disponibili dei malti senza glutine derivanti dallo sciroppo di sorgo bianco. Questo sciroppo viene estratto dal mosto concentrato della pianta del sorgo e sostituisce molto bene il tradizionale malto d’orzo. Se siete esperti birrai, sappiate che lo sciroppo di sorgo bianco può sostituire l’estratto di malto d’orzo in tutte le ricette per la preparazione di birra tradizionale, ottenendo un prodotto simile per colore, aroma, sapore e fermentazione, ma senza glutine! (O meglio, non completamente senza glutine, ma con un contenuto finale di glutine 5 parti per milione, e sufficiente quindi a non provocare danni all’organismo.) Per i meno esperti ecco la ricetta dettagliata per una birra di tipo Pilsner, così come suggerita da Birramia, store online specializzato in prodotti per la produzione della birra in casa. Ingredienti per 23 litri

  • Estratto di malto senza glutine – 2,8 kg
  • Zucchero – 500 gr
  • Luppolo Saaz (3,00 AA) – 56gr (60 min)
  • Luppolo Saaz (3,00 AA) – 56 gr (30 min)
  • Luppolo Saaz (3,00 AA) – 28 gr (10 min)
  • Lievito Secco

Preparazione In dieci litri di acqua a temperatura ambiente sciogliere lo zucchero e l’estratto senza glutine, poi mettere a bollire il composto per cinque minuti. Aggiungere i tre luppoli nelle dosi indicate negli ingredienti. Il primo luppolo deve bollire sessanta minuti, il secondo trenta e il terzo dieci minuti. I treluppoli servono a conferire alla birra amaro, aroma e profumo. Dopo aver aggiunto il luppolo è necessario fare raffreddare il mosto immergendo la pentola in acqua fredda. Quando il mosto raggiunge la temperatura di 20/22°C può essere messo nel fermentatore, in cui si aggiungerà l’acqua fino a raggiungere i 23 litri. Poi si aggiunge il lievito agitando bene il mostro e si attende la fermentazione. Dopo circa dodici o ventiquattro ore inizierà il gorgogliamento, una conferma che la fermentazione si è attivata. Il processo sarà completo in circa dieci giorni mantenedo la temperatura del mosto a 20/22°C. Si può poi procedere all’imbottigliamento. La birrà potrà essere bevuta a partire dal quindicesimo giorno di imbottigliamento, mail gusto sarà notevolmente migliore se sapremo aspettare sino a un mese o due.

Se vi siete incuriositi e volete conoscere ulteriori dettagli, consultate il sito Birramia.it Fonte immagine: Cambridge Brewing Co. – Flickr.com

Tags : birra gluten freebirra per celiachiabirra per celiacibirra senza glutineprodotti per celiaciricettasintomi celiachia
  • Giuseppe

    …. m dove si trova il malto senza glutine per preparare i 23 l di birra?