close
Ricerca scientifica

Celiachia e vaccinazioni: nessun problema

Uno studio svedese spazza via ogni dubbio in merito a una ipotetica correlazione di vaccinazioni e sviluppo della celiachia. Nessun effetto negativo del piano vaccinale pedriatico, anzi: uno dei vaccini ha addirittura un effetto protettivo.

Ci si domanda spesso da cosa dipenda l’aumento dei casi di celiachia in questi ultimi anni. Alcuni studi hanno appurato una influenza, oltre che di fattori genetici, anche di fattori ambientali (per esempio in questo articolo vi parliamo del maggiore rischio celiachia per i neonati che hanno visto la luce in estate). Inoltre a influire sull’aumento dei casi diagnosticati vi è anche una sempre maggiore consapevolezza della malattia, che quindi sempre più spesso viene riconosciuta e diagnosticata correttamente.

Ad ogni modo, una equipe di ricercatori svedesi si è chiesto se l’aumento della malattia celiaca non fosse inqualche modo collegato al piano vaccinale pedriatico. L’ipotesi è stata sottoposta a verica ed è emerso che non solo non esiste alcuna correlazione tra i due elementi ma che anzi il bacillo attenuato di Calmette-Guérin (Bcg) impiegato nel vaccino anti tubercolosi ha un effetto protettivo nei confronti della celiachia.

Fonte immagine: UNICEF Sverige – Flickr.com

Tags : bambinibambinoceliachiaceliacosintomi celiachiavaccinazionivaccino