close
Senza categoria

Celiachia e insonnia: la dieta senza glutine non fa dormire bene

Secondo uno studio l’insonnia è un vero e proprio sintomo della celiachia, che non deve essere sottovalutato per una buona diagnosi.

Uno studio di qualche anno fa intitolato The quality of sleep in patients with coeliac disease, pubblicato sulla rivista Alimentary Pharmacology and Therapeutics, ha sottolineato il legame tra sintomi celiachia e insonnia.

La ricerca è stata condotta al Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica dell’Università Federico II di Napoli e ha studiato la qualità del sonno nelle persone che soffrono di celiachia.

Gli autori dello studio hanno esaminato un campione di 90 soggetti divisi in tre gruppi:

  • 30 soggetti (20 maschi e 10 femmine) neo-diagnosticati celiaci, in attesa di iniziare la dieta senza glutine;
  • 30 soggetti (20 maschi e 10 femmine) celiaci con antitransglutaminasi negative da almeno un anno che seguivano una dieta senza glutine;
  • 30 soggetti (20 maschi e 10 femmine) volontari sani, cioè che non soffrivano di celiachia;

Ai partecipanti è stato somministrato il PSQI, un questionario per valutare la qualità del sonno, la durata, la presenza di difficoltà nell’addormentarsi e il numero di interruzioni del sonno durante la notte.

I dati sono stati confrontati  con quelli raccolti con questionari sull’ansia, l’affaticamento e la depressione.
I risultati hanno indicato che i celiaci che seguivano una dieta senza glutine da almeno un anno non avevano un sonno migliore rispetto ai celiaci che non avevano ancora iniziato la dieta. La dieta senza glutine, quindi, non migliora la qualità del sonno dei pazienti.

Entrambi i gruppi di pazienti celiaci, inoltre, hanno mostrato una qualità del sonno ben peggiore rispetto ai volontari sani, dimostrando che chi soffre di celiachia dorme peggio rispetto a chi non ne soffre.

Lo studio conferma che chi soffre di malattie croniche, come la celiachia, spesso ha dei problemi del sonno, che in questo caso possono essere considerati veri e propri sintomi della malattia.
Questo sintomo, molto sottovalutato, va sempre tenuto sotto controllo nella fase della diagnosi.

In questo studio si rileva il collegamento tra i disturbi gastrointestinali e i disturbi del sonno, che non migliorano con la dieta senza glutine, al contrario di altri sintomi della celiachia.

L’insonnia è un sintomo che potrebbe insospettire chi ne soffre, anche se non ha dei disturbi intestinali associati. Tenere conto di tutti i sintomi potrebbe migliorare decisamente l’approccio diagnostico.

Fonte:
medicitalia.it

Tags : celiachiadiagnosi celiachiasintomi celiachia