close
Ricerca scientifica

Celiachia: potrebbe essere causata da una modificazione genetica nel frumento

Le diagnosi di celiachia aumentano del 10% ogni anno. Un dato certamente positivo, perché indica una maggiore conoscenza e consapevolezza dei sintomi della celiachia da parte di medici e pazienti e perché indica che la possibilità di diagnosticare la celiachia (con test genetici, esami del sangue e gastroscopie) è sempre maggiore.

Hai tutti i sintomi della celiachia? Pensi che potresti essere celiaco? Puoi verificare con un test genetico! Scopri di più: clicca qui per maggiori informazioni.

Ma questo dato ha anche spinto numerosi ricercatori e medici a domandarsi se non vi sia in atto una diffusione quasi “epidemica” della malattia, dovuta alle modificazioni genetiche cui è stato sottoposto il frumento negli ultimi anni.

Una tesi, questa, smentita con forza dai produttori di Ogn e dai sostenitori delle biotecnologie. Il professor Luciano Pecchiai, fondatore dell’Eubiotica nel nostro Paese e primario di ematologia presso l’ospedale Buzzi di Milano ritiene invece che questa tesi sia fondata ed ha avanzato una sua teoria.

“Il frumento in passato era caratterizzato dall’alto fusto. Questo creava un inconveniente: il frumento ‘allettava’ cioè si piegava verso il terreno. questo inconveniente è stato risolto bnegli ultimi decenni “nanizzando” il frumento attraverso una modificazione genetica”.

Secondo il professore è fondata l’ipotesi che questa modifica genetica abbia portato a una modificazione della gliadina, responsabile della reazione avversa nei soggetti celiaci, e sarebbe opportuno procedere a dimostrare scientificamente questa teoria, verificando se esiste una variazione nella composizione aminoacidica della gliadina nel frumento nanizzato.

Tags : cause celiachiaceliachiadiagnosticare la celiachiageneticamodificazione geneticasintomi celiachiasintomi della celiachiatest genetico