close
Ricerca scientifica

Cosmetici senza glutine? Solo una manovra commerciale

Fa discutere il caso di una ragazza celiaca americana che ha avuto una reazione cutanea a una crema per il viso contenente glutine. Ma l’Aic avverte: è solo una manovra commerciale.

Dopo il caso della ragazza americana, due ricercatrici della Washington University di Seattle hanno presentato uno studio presso l’American College of Gastroenterology, chiedendo che anche i cosmetici siano contrassegnati dal simbolo della spiga barrata.

Pensi di essere celiaco? Verifica con un test genetico! È facile, sicuro e puoi farlo anche a casa tua. Vuoi saperne di più? Scarica gratis la guida ai test genetici.

Umberto Volta, presidente del Comitato scientifico dell’Associazione Italiana Celiachia, si è però espresso per tranquillizzare i molti celiaci che si sono rivolti all’Aic per verificare se davvero i loro cosmetici contenenti glutine possano rappresentare un pericolo per la loro salute. Secondo Volta si tratterebbe di una “speculazione commerciale”, volta a promuovere cosmetici o detergenti come appositamente studiati per celiaci in modo da aumentare le vendite, alimentando però timori e allarmismi in chi è affetto dalla malattia celiaca.

Volta ha specificato che la Aic ha approfondito l’argomento con attenzione: i risultati degli studi hanno escluso che ogni tipo di dermatite erpetiforme, la forma cutanea della celiachia, possa essere scatenata dal glutine presente n cosmetici come rossetti, creme o dentifrici in quanto in questi prodotti la quantità di glutine non è sufficiente a scatenare problemi o reazioni.

Fonte immagine: Renata Alves dos Anjos – Flickr.com

Tags : celiachiacosmeticicosmetici gluten freecosmetici per celiacicrema visogluten freereazione allergicasintomi celiachia