close
Diagnosi celiachia

Diagnosi celiachia in aumento: 11mila casi in più nel 2015

Le diagnosi celiachia nel 2015 sono aumentate di 11mila casi rispetto all’anno precedente, arrivando in Italia a 182.858 casi.

La nona edizione della Relazione annuale al Parlamento sulla celiachia, elaborata dal Ministero della Salute, ha rivelato che nel 2015 il numero delle diagnosi celiachia in Italia è salito a 182.858 unità, 11mila in più rispetto al 2014. Secondo quanto riportato il numero in costante crescita dei casi diagnosticati potrebbe dipendere dalla “sensibilizzazione dei medici e degli operatori sanitari” all’identificazione di questa malattia.

Dal 2007 il numero delle persone che hanno ricevuto una diagnosi di celiachia è passato da 64.398 a 182.858 unità nel 2015, vale a dire un incremento del 184%.

Le regioni italiane con il maggior numero di diagnosi l’anno scorso sono la Campania con 2268 casi e la Lombardia con 1867 casi.  Il maggior numero di celiaci vive in Lombardia, seguita da Campania, e Lazio.

Il Ministero della Salute ha, poi, ricordato che “per la natura autoimmunitaria della malattia” la celiachia risulta più frequente nelle donne che negli uomini.

Il divieto di consumare alcuni cibi per il celiaco è dovuto alla presenza del glutine, sostanza proteica che si forma negli impasti di una lunga serie di cereali.

Il Ministero rassicura i celiaci che non sono soli ad affrontare questa condizione, ricordando che da tempo si è attuata una campagna di sensibilizzazione nel mondo della  ristorazione oltre al fatto che è in vigore “una normativa nazionale che da un lato promuove la prevenzione e la diagnosi precoce e dall’altro sostiene e supporta economicamente la necessaria dieta senza glutine”.

La crescita dei casi di celiachia è costante ma è importante specificare che il significato delle nuove diagnosi potrà essere interpretato in modo”, ha fatto sapere il Ministero.

Fonte:
tg24.sky.it

Tags : celiachiadiagnosi celiachiasintomi celiachia