close
Diagnosi celiachia

Diagnosi celiachia: come riconoscere i sintomi nascosti

Molte donne sono affette da celiachia senza saperlo, a causa di tanti sintomi nascosti e silenziosi che confondono e ritardano la diagnosi celiachia.

In Italia, su 600mila diagnosi celiachia stimate, due su tre riguardano il sesso femminile, e proprio nelle donne questa patologia si nasconde dietro sintomi sfuggenti, che confondono e sono diversi dai classici disturbi gastrointestinali.

Per questo motivo si calcola che circa 300mila donne italiane soffrono di celiachia senza saperlo e senza che il medico di base o lo specialista se ne rendano conto.

Giuseppe Di Fabio, presidente AIC, ha spiegato che per far emergere il grande numero di casi di celiachia nascosti serve la conoscenza delle varie modalità con cui si può manifestare la celiachia.

I medici, come spiega Di Fabio, devono saper riconoscere i quadri clinici che vanno oltre gli standard e che sono più pericolosi per l’insorgenza di complicanze. La dieta senza glutine è l’unica terapia utile per placare i sintomi celiachia e tornare a vivere una vita normale, per questo è estremamente importante una diagnosi precoce.

Vi sono dei segnali specifici che devono fare da campanello d’allarme per decidere di effettuare degli approfondimenti con un esame del sangue per il dosaggio degli anticorpi anti-transglutaminasi.

Questo esame va sempre richiesto soprattutto se ci sono casi di celiachia in famiglia.

I segnali associati alla ginecologia sono: menopausa precoce, menarca tardivo, amenorrea e alterazioni del ciclo mestruale, endometriosi, tutti sintomi che compaiono soprattutto nelle donne celiache.

Il segnale principale associato all’endocrinologia è l’osteoporosi precoce.

Per quanto riguarda l’ematologia, il 50% delle donne affette da celiachia presenta anemia al momento della diagnosi, dovuta dal malassorbimento e dall’infiammazione cronica.

Fonte:
iodonna.it

Tags : celiachiadiagnosi celiachiasintomi celiachia