close
Vivere con la celiachia

Gravidanza e celiachia: rischi, cure e fertilità

Cosa significa soffrire di celiachia in gravidanza? Scopriamo insieme quali rischi comporta e come si può curare.

Le persone che soffrono di celiachia sono in aumento e la maggior parte di loro è rappresentata da donne in età fertile e in cerca di una gravidanza.

La celiachia è un’infiammazione cronica dell’intestino tenue che si scatena con l’assunzione di glutine.  Al momento non esiste una cura per questa malattia, ma per annullare tutti i problemi che comporta è importante seguire una dieta senza glutine.

La celiachia non comporta gravi rischi per la gravidanza e non compromette la fertilità del paziente. Può, però, diventare pericolosa per la mamma e per il bambino se non viene diagnosticata.

In questo caso il maleassorbimento delle sostanze nutritive durante la gravidanza potrebbe provocare carenze di ferro, calcio e folati, nel bambino, che possono portare a malformazioni del tubo neurale, anemia e problemi nello sviluppo scheletrico.

Le donne incinte che continuano a consumare glutine nonostante la malattia, inoltre, aumentano il rischio di parti prematuri

Secondo una ricerca del Policlinico Gemelli, pubblicata sull’American Journal of Gastroenterology, le donne celiache che non seguono un’alimentazione senza glutine sono più a rischio di andare incontro ad aborti spontanei nelle prime settimane di gravidanza.

La reazione immunitaria stimolata dal contatto del glutine con l’intestino sarebbe in grado di inibire la capacità dell’embrione di annidarsi nell’utero e l’unico modo per evitare questo problema è quello di seguire una dieta senza glutine almeno sei mesi prima del concepimento e durante tutta la gravidanza.

Proprio per questo è importante che le donne affette da celiachia durante la gravidanza seguano un’alimentazione particolare ed equilibrata per preservare la loro salute e quella del loro bambino, sempre sotto controllo medico.

Fonte:
dilei.it

Tags : celiachiadiagnosi celiachia