close
Sintomi celiachia

Chi soffre di anemia potrebbe soffrire anche di celiachia

L’anemia potrebbe essere un campanello di allarme per alcune malattie, come per esempio la celiachia. Per questo  chi soffre di anemia potrebbe soffrire anche di celiachia.

Alcuni sintomi, come la stanchezza, l’irritabilità, la perdita di capelli e le unghie sfaldare, non devono essere sottovalutati perché potrebbero indicare la presenza di un’anemia sideropenica, ovvero da carenza di ferro.

L’anemia, a sua volta, potrebbe essere il campanello d’allarme per altre malattie, come tumori dell’apparato gastrointestinale o la celiachia, come sottolineato dalla dottoressa Barbara Sarina, ematologa dell’Ospedale Humanitas.

Il ferro è una componente importante per la formazione di emoglobina ed è coinvolto anche in altri aspetti del metabolismo cellulare.

In un adulto il contenuto di ferro è compreso tra i 4 e i 5 g, di cui 2,5 g si trovano nell’emoglobina mentre 1,5 g nei tessuti e costituisce una riserva alla quale l’organismo può attingere se necessario.

Questi depositi però, in caso di carenza di ferro, si esauriscono e la quantità di emoglobina prodotta risulta insufficiente.

La specialista ha spiegato che la carenza di ferro è causata da scarso introito alimentare, da alterato assorbimento intestinale o perdite di sangue.

Per questo l’anemia può essere spia di condizioni associate all’alimentazione, come la celiachia o le forme di stillicidio cronico, ovvero continue perdite di sangue in presenza di un tumore gastrico o in presenza di copiosi flussi mestruali, ha ricordato la dottoressa.

Una delle cause è, sicuramente, l’alimentazione scorretta, in quanto se si segue una dieta varia si ha una sufficiente presenza di ferro. La dottoressa Sarina spiega che le principali fonti di ferro sono sia gli alimenti di origine animale, come la carne rossa, e gli alimenti di origine vegetale, dalle verdure a foglia verde scura ai legumi.

Proprio per questo motivo anche chi segue una dieta vegetariana può essere a rischio di anemia se continua a nutrirsi in maniera equilibrata.

La vitamina C aumenta l’assorbimento del ferro per questo è importante assumere agrumi ma anche peperoni, lattuga e broccoli.

Il ferro, però, non è l’unico nutriente che può essere alla base dell’anemia: ci sono anche l’acido folico e la vitamina B12, fattori coinvolti nella produzione di globuli rossi.

Anche la carenza di vitamina B12 può causare anemia macrocitica e questo può essere un problema per chi segue una dieta che esclude alimenti di origine animale, dalle carni alle uova al pesce ai latticini. In questi casi si possono mangiare alimenti fortificati con B12 oppure assumere integratori.

In ogni caso, se soffrite di anemia state attenti alle malattie che possono essere associate a questo disturbo, come per esempio la celiachia.

Fonte:
humanitasalute.it

Tags : celiachiadiagnosi celiachiasintomi celiachia